Picbear logo Browse Instagram content with Picbear

#romanzocalcistico

Posts tagged as #romanzocalcistico on Instagram

5.260 Posts

#cristianoronaldo #bicyclekick vs #juventus
Dopo 4 Anni di esclusione non solo Balotelli tornerà in nazionale diventando punto fermo della rinascita azzurra, ma porta esserne anche il capitano. Infatti dopo gli addii di Buffon,Barzagli,De Rossi e Chiellini,qualora non dovesse giocare Bonucci sarà lui per numero di presenze ad ereditare la fascia. Poche Responsabilità... #solocalcio18 #romanzocalcistico #balotelli
Sul dischetto ci va Sandrino Mazzola e non sbaglia. Non è la sua prima finale di Coppa Campioni e nemmeno il suo primo gol in una finale. Tre anni prima ne aveva messi due al leggendario Real di Di Stefano e Puskas, e proprio quest'ultimo lo aveva fermato per dirgli che aveva giocato anche contro suo padre Valentino e che lui ne era degno figlio. Quel giorno, invece, lo stadio in cui sta giocando, in cui ha portato in vantaggio l'Inter, l'Estádio Nacional do Jamor a Oeiras, Lisbona, è l'ultimo palcoscenico in cui suo padre si è esibito col Grande Torino, prima di volare e non tornare più a casa. "All the times that I cried, keeping all the things I knew inside, It's hard, but it's harder to ignore it" canta Cat Stevens in "Father and son". #gentedisport #sport #calcio #mazzola #sandromazzola #valentinomazzola #grandeinter #grandetorino #superga #fatherandson #celtic #lisbonlions #celticinter #finale #coppadeicampioni #coppacampioni #championsleague #coppacampioni1967 #romanzosportivo #romanzocalcistico
Se c’è un calciatore al quale avrei voluto somigliare da piccolo, questo era lui. Il Capitano.  Oggi invece penso a quei vigliacchi che, con uno stadio pieno in lega Pro (per me sarà sempre serie C), hanno avuto paura anziché mangiarsi il pallone. #repost @romanzo_calcistico with @get_repost ・・・ Dopo quel giorno i giocatori del Milan non volevano saperne più. Gattuso, Nesta, Pirlo, avevano il mal di calcio, così tanti altri.  Sembrava impossibile ricominciare. Maldini però iniziò l’opera di convincimento dei suoi compagni cercando di sistemare tutte le situazioni. Da dove veniva tutta questa grinta?  Dal ritorno in Italia da Istanbul. Al controllo dei passaporti, in un posto dove non dovrebbero essere, si trovano un gruppo di tifosi milanisti che vanno dai giocatori a brutto muso dicendo “Almeno chiedeteci scusa”... Tutta la squadra abbassa la testa tranne uno, Paolo Maldini. Che risponde “Scusa di che??” Da lì nasce una accesa discussione che per poco non finisce con lo scontro fisico. Paolo lì era stato toccato nell’orgoglio e mai toccare nell’orgoglio uomini come Paolo Maldini. In quell’estate post-Istanbul chiamerà uno ad uno tutti i suoi compagni e dirà loro “Torneremo in finale e vinceremo, statene certi”. 25 maggio 2005: tredici anni fa l'incubo di Istanbul, dove il Milan si fa rimontare tre gol in 6' dal Liverpool nella finale più incredibile della storia.  Due anni dopo la profezia del capitano si sarebbe avverata e la vendetta sul Liverpool ultimata.  Seguite romanzo anche su @romanzocalcistico2.0  #maldini #milan #romanzocalcistico
La sua è una di quelle storie da raccontare, una di quelle favole da ricordare. “Sono partito dal basso. Ho lavorato fino a 25 anni come muratore. Lavoravo tutto il giorno, poi la sera finivo e andavo a giocare. Praticamente, dal 1988 al 1997 ho lavorato come muratore e giocato a calcio. Si possono fare entrambe le cose? Si! Si può fare qualunque cosa, basta volerlo. Quando giocavo nei dilettanti al Lipari, ho avuto la fortuna di fare tanti gol da difensore e il presidente mi portò a Messina, il grande Messina di Schillaci. Il presidente venne fino a Lipari per prelevare il mio cartellino: lo pagò 20 milioni di lire, che a quei tempi era già una bella somma. Andai a giocare in eccellenza, non percepivo cifre esorbitanti come stipendio, riuscivo a guadagnare appena qualcosa in più di quando facevo il muratore. Ma già era qualcosa. Come passai da difensore ad attaccante? Per caso. Alcuni attaccanti della squadra preferirono andare a lavorare anzichè giocare a calcio. E allora nacque l’esigenza. Accettai di fare l’attaccante per necessità. E credo che mi abbia cambiato la vita...” Il resto è storia. Storia di un bomber di Periferia che da Lipari è arrivato nei professionisti: Taranto, Fiorentina, Empoli per dirne alcune, fino a segnare 19 gol in una sola stagione con il Messina in massima serie.  Da Muratore a bomber di serie A la strada è breve.  Anche perché se Dio perdona, Riga-nò... Tanti auguri Bomber! ✍🏼 @gigipistacchi  #romanzocalcistico #riganò #fiorentina #messina #taranto #siena #empoli #calcio
Dopo quel giorno i giocatori del Milan non volevano saperne più. Gattuso, Nesta, Pirlo, avevano il mal di calcio, così tanti altri.  Sembrava impossibile ricominciare. Maldini però iniziò l’opera di convincimento dei suoi compagni cercando di sistemare tutte le situazioni. Da dove veniva tutta questa grinta?  Dal ritorno in Italia da Istanbul. Al controllo dei passaporti, in un posto dove non dovrebbero essere, si trovano un gruppo di tifosi milanisti che vanno dai giocatori a brutto muso dicendo “Almeno chiedeteci scusa”... Tutta la squadra abbassa la testa tranne uno, Paolo Maldini. Che risponde “Scusa di che??” Da lì nasce una accesa discussione che per poco non finisce con lo scontro fisico. Paolo lì era stato toccato nell’orgoglio e mai toccare nell’orgoglio uomini come Paolo Maldini. In quell’estate post-Istanbul chiamerà uno ad uno tutti i suoi compagni e dirà loro “Torneremo in finale e vinceremo, statene certi”. 25 maggio 2005: tredici anni fa l'incubo di Istanbul, dove il Milan si fa rimontare tre gol in 6' dal Liverpool nella finale più incredibile della storia.  Due anni dopo la profezia del capitano si sarebbe avverata e la vendetta sul Liverpool ultimata.  Seguite romanzo anche su @romanzocalcistico2.0  #maldini #milan #romanzocalcistico
Vacanza perfetta, la mia ragazza.. non hai idea quanto ti ami, sono stato da Dio, vacanza più bella fino a ora 🇪🇬
Ne è diventato il capitano, ha superato il record di gol di D10S Maradona e oggi è arrivato il centesimo in serie A, con una perla balistica meravigliosa.  A Napoli, e non solo, lo adorano: per la sua umiltà, il suo attaccamento, la sua professionalità. Mai una parola fuori posto, mai un atteggiamento sbagliato, esempio dentro e fuori dal campo. Questo traguardo personale Marek, te lo meriti tutto.  Tutti in piedi per Marekiaro Hamsik, più che un semplice giocatore da quelle parti.  #marecento #hamsik #romanzocalcistico #napoli
Quando Fiorentina - Bologna era Batigol contro Divin codino... #batistuta #robertobaggio #calcio #football #seriea #baggio #divincodino #batigol #romanzocalcistico #9 #10

Loading